NOTIZIE DALL'ASSOCIAZIONE

   
19-05-2024

 

A MORBEGNO LA NATURA IN CONCORSO - Un pomeriggio all'insegna della poesia e dell'arte, quello di sabato 18 maggio, a Morbegno. Alle ore 15:00, in Auditorium in S.Antonio, è iniziata la cerimonia di premiazione del Concorso Letterario Figurativo “C'è un libro sempre aperto a tutti gli occhi: la natura” , iniziativa che ha coinvolto 174 bambini e ragazzi, organizzata dal Laboratorio Poetico di èValtellina Cultura e Territori o in collaborazione con il WWF Insubria Valtellina Valchiavenna. “ Come responsabile del Laboratorio Poetico di èValtellina Cultura e Territorio voglio ringraziare tutti i partecipanti, che si sono messi in gioco realizzando a casa o a scuola, lavori originali, espressione di creatività e buona volontà e anche genitori e insegnanti che hanno iscritto figli e alunni. Lo scopo di questa iniziativa, che organizziamo da anni, sempre con una tematica diversa, è infatti quella di stimolare una riflessione creativa su un tema importante, quest'anno l'argomento era la natura, e di promuovere nel contempo la cultura poetica e l'arte. ” - dichiara Paola Mara De Maestri , consigliere èValtellina Cultura e Territorio e responsabile del Laboratorio Poetico-. Gli elaborati vincitori sono stati messi in mostra nel Chiostro di S.Antonio, insieme ad altro materiale fornito dal Villiam Vaninetti , responsabile WWF Insubria Valtellina Valchiavenna e dal gruppo dei collezionisti di èValtellina Cultura e Territorio. L'esposizione allestita per l'occasione e curata dal Consigliere dell'associazione Luca Villa, dal titolo “Natura” è stata aperta venerdì 17 e sabato 18 dalle ore 14:00 alle ore 18:00 e domenica 19 dalle ore 10:00 alle ore 12:00. La cerimonia è stata presentata da Lorenzo Del Barba, presidente di èValtellina Cultura e Territorio, alla quale erano presenti anche le componenti, della giuria tutta al femminile, Angelisa Fiorini, Giovanna Maria Cavallo, Gina Grechi, Maria Teresa Petrone, Vanda Sironi. "È stato un piacere far parte di questa giuria affiatata e concorde – dichiara Gina Grechi - a nome dei giurati. Tutti i partecipanti vincono nel momento in cui decidono di misurarsi con le proprie capacità e i propri limiti. Sono stati tutti bravi. Certamente, fra loro, qualcuno ha toccato maggiormente le corde del nostro cuore di giurati e merita una segnalazione particolare". - Mi complimento, come sempre, per questa iniziativa e per tutte quelle precedenti: è fondamentale offrire occasioni stimolanti di crescita ai bambini e ai ragazzi, permettendo loro di cimentarsi creativamente  con il pensiero, i valori, la società e il territorio che li circonda. Naturalmente mi complimento per l'altissimo numero di partecipanti al concorso e con tutti i partecipanti, che sono sicura hanno dimostrato passione e capacità di valore.  A voi, a tutti i volontari del Laboratorio Poetico èValtellina e a èValtellina la mia sincera gratitudine per il vostro impegno per il bene di Morbegno” – il messaggio di Maria Cristina Bertarelli, assessore alla cultura e vice sindaco di Morbegno. (ELENCO DEI PREMIATI)

 

22-03-2024

 

GRANDE PARTECIPAZIONE ALLA "GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA UNESCO" A MORBEGNO - Molto partecipata la serata dedicata alla poesia, del 21 marzo. In Auditorium in S.Antonio a Morbegno un centinano di persone hanno accolto l'invito del Laboratorio Poetico di èValtellina Cultura e Territorio a condividere la celebrazione della Giornata Mondiale della Poesia , istituita dall'Unesco nel 1999, con poeti e giovanissimi musicisti. La serata, iniziata alle 9:45, è stata presentata dal Presidente di èValtellina Cultura e Territorio Lorenzo Del Barba , affiancato dalla poetessa responsabile del Laboratorio Poetico Paola Mara De Maestri. Era presente, in rappresentanza dell'Amministrazione Comunale, il Vice Sindaco della Città del Bitto Maria Cristina Bertarelli, che si è complimentata per l'iniziativa che ha coinvolto tanti ragazzi. “La poesia come tutte le arti è una forma di comunicazione, con la quale si esprimono vissuti, stati d'animo, emozioni. Attraverso la poesia vengono anche veicolati messaggi universali come ad esempio la pace- dichiara la poetessa Paola Mara De Maestri, -. Per questo come Laboratorio Poetico, gruppo dell'Associazione èValtellina Cultura e Territorio, siamo molto attivi e proponiamo nell'arco dell'anno, in collaborazione con enti, scuole, associazioni italiane ed estere, diverse iniziative aperte al pubblico gratuitamente. In questi mesi abbiamo una collaborazione con la biblioteca civica Ezio Vanoni con “Pillole di poesia” e da diversi anni, organizziamo il concorso letterario-figurativo rivolto ai bambini dell'infanzia e della primaria e ai ragazzini delle medie. Questa edizione ha come tema la natura. Il bando lo trovate nel nostro sito www.evaltellina.com Nell'ottica di coinvolgere anche i giovanissimi, abbiamo invitato anche per questo evento dei ragazzi appassionati di musica, che ringrazio. Sono il Trio Viva Mozart, composto da studenti della terza media ad indirizzo musicale Ezio Vanoni e sono Archimede Mondora , Gioele Tonelli , Luca Scieghi e i ragazzi della Mini band e della School Band della Filarmonica di Morbegno, diretti dal maestro Eugenio Arrigoni , al quale va un ringraziamento speciale come a Fulvio Abbate ”. I poeti che si sono cimentati nella declamazione dei propri componimenti a tema libero sono Anna Barolo (insegnante, pittrice di Talamona), Cesare Ciaponi (scrittore e attore di teatro di Talamona) , Paola Mara De Maestri ( insegnante, poetessa, pubblicista di Cosio Valtellino), Angelisa Fiorini (pittrice responsabile di Forme Luci Ombre e poetessa di Cosio Valtellino), Massimo Malgesini (poeta, attore del Piccolo Teatro delle Valli Andalo), Luciana Marchetti (insegnante e poetessa di Traona), Lucia Mescia (pittrice e poetessa di Morbegno), Stefano Ciapponi (scrittore e suonatore di Handpan di Morbegno), Marino Spini (scrittore di Ardenno), Dalida Iemoli (poetessa di Buglio in Monte) e Alda Volpi (pittrice e poetessa di S.Martino in Valmasino) sono gli artisti che si alterneranno durante la kermesse , declamando componimenti di propria creazione, a tema libero. Prosegue la proficua collaborazione con il trio di clarinetti “Viva Mozart”, iniziata con “Pillole di poesia”, formato da Archimede Mondora (Berbenno), Luca Scieghi (Morbegno) e Gioele Tonelli (Cosio Valtellino), studenti della terza media della scuola Ezio Vanoni, ad indirizzo musicale, di Morbegno. Molto apprezzata la loro interpretazione di alcuni brani di Mozart. Verranno diretti dal prof. Michele Brambilla loro insegnante a scuola, che li ha preparati. Si cimenteranno in brani del loro repertorio i ragazzi School Band e della Mini Band della Filarmonica di Morbegno , diretta dal maestro Eugenio Arrigoni, tutti molto applauditi. Al termine delle esibizioni sono stati consegnati, dai presentatori, a nome dell'Associazione, come riconoscimento degli attestati di partecipazione ai musicisti e un piccolo omaggio come ringraziamento per aver accettato l'invito e praparato i ragazzi della media Vanoni al prof. Michele Brambilla e al maestro della Filarmonica Eugenio Arrigoni per aver accettato l'invito e preparato i ragazzi. I prossimi appuntamenti di “Pillole di poesia” , sempre di sabato pomeriggio, dalle 17:00 alle 17:30, da marzo a giugno 2024, ingresso libero, sono il 6 aprile con le poetesse Luciana Marchetti (Traona) e Lucia Mescia (Morbegno) e gli intermezzi musicali a cura di Stefano Ciapponi (Morbegno) e il suo handpan. Il 4 maggio , interverranno Massimo Malgesini (Andalo), Luca Martinalli (Cosio Valtellino), con i loro testi, accompagnati musicalmente da Caterina Giannoni (Civo), allieva della scuola di musica “Dante Milani” di Morbegno con il suo fagotto e il Trio “Viva Mozart”, a grande richiesta del direttore della biblioteca Alberto Benini. Il primo giugno , concluderanno la rassegna Giuliano Luzzi e Cesare Ciaponi (Talamona) e Stefano Ciapponi (Morbegno), quest'ultimo in duplice veste di poeta e musicista. Altra importante iniziativa, con scadenza il 29 aprile, è il concorso letterario-figurativo “C'è un libro sempre aperto per tutti gli occhi: la natura”, aperto a tutti i bambini dell'infanzia e della primaria e ai ragazzini delle scuole medie, - ricorda il Consigliere Luca Villa – che quest'anno si avvale della collaborazione del WWF Insubria, sezione Valtellina Valchiavenna il cui responsabile è Villiam Vaninetti . Il bando completo si trova sul sito: www.evaltellina.com

 

25-02-2024

 

E'VALTELLINA, ASSEMBLEA E PRANZO SOCIALE - Adunata dei soci di èValtellina (più di 200 ne contava lo scorso anno) presso il convento di Sant'Antonio nella giornata di Domenica 25 Febbraio, per la consueta assemblea annuale che fa il punto di quanto svolto nel precedente anno solare e presenta a grandi linee il programma del nuovo anno. A seguire il ritrovo conviviale, quest'anno al ristorante Margna di Morbegno. Tantissime le attività svolte dall'Associazione nel 2023, in collaborazione con scuole, enti locali, associazioni italiane ed estere. “Un calendario delle attività del 2024 già pieno di progetti in via di definizione- dichiara Lorenzo Del Barba - altre iniziative si aggiungeranno come al solito nel corso dell'anno, in quanto noi siamo sempre aperti a nuove idee e collaborazioni”. “Per quanto riguarda il Laboratorio Poetico – dichiara la responsabile Paola Mara De Maestri - in cantiere ci sono diversi e articolati progetti che coinvolgeranno anche i più giovani. Il 7 gennaio ha visto la prima partecipazione del Laboratorio Poetico all'evento “Giro dei Presepi” con letture di poesie. A partire dal 2 marzo, una volta la mese, partirà “Pillole di Poesia”, iniziativa inedita organizzata con la Biblioteca Civica E.Vanoni di Morbegno, che prevede, quattro incontri con poeti del nostro gruppo, coinvolgendo anche studenti della terza media Vanoni ad indirizzo musicale e una studentessa della Dante Milani, che accompagneranno le letture con i loro strumenti a fiato. Il 21 marzo, l'appuntamento è in Auditorium in S. Antonio, per celebrare la Giornata Mondiale della Poesia Unesco, con i nostri poeti, i ragazzi del Trio Viva Mozart con il loro professore Michele Brambilla e quelli della School Band di Morbegno, diretti dal maestro Eugenio Arrigoni. L'ingresso a queste manifestazioni è libero. Ormai storico è anche il Concorso letterario-figurativo che il Laboratorio Poetico organizza, quest'anno con il tema sulla natura, rivolto ai bambini dell'infanzia e primaria e ai ragazzi delle medie (bando completo su www.evaltellina.com) che si avvale quest'anno del patrocinio del WWF Insubria, sezione Valtellina Valchiavenna. Altre iniziative sono in via di definizione con Amministrazioni Comunali e Comunità Montana Valtellina di Morbegno.” Questo è il nutrico elenco delle attività al momento organizzate o in programmazione nel 2024: 25/28 Gennaio – Oratorio Frassati di Regoledo – Cosio Valtellino – Mostra collezionistica di cartoline e lettere del 1944 di prigionieri italiani da e per i campi di prigionia durante la seconda guerra mondiale; 7 Febbraio – Scuola secondaria di Traona – Attività scuola e territorio attraverso le cartoline d'epoca, libri e giornali; 28 Febbraio – Scuola secondaria Damiani di Morbegno – Attività scuola “La propaganda fascista” attraverso giornali, libri di scuola, pagelle e altro materiale collezionistico; 6 Marzo - Scuola secondaria di Traona – Attività scuola “La propaganda fascista” attraverso giornali, libri di scuola, pagelle e altro materiale collezionistico; 12 Marzo – Torchio di Cerido – Attività con due classi della scuola secondaria di Traona; Marzo – Berbenno - Mostra collezionistica di cartoline e lettere del 1944 di prigionieri italiani da e per i campi di prigionia durante la seconda guerra mondiale; 16/19 Maggio - Oratorio Frassati di Regoledo – Cosio Valtellino – Mostra collezionistica “I fumetti italiani nella seconda guerra mondiale”; 31 Maggio / 1 Giugno – Chiostro Sud del Convento di Sant'Antonio a Morbegno - Mostra a tema “La natura”; 7/8 Giugno – Convento di Sant'Antonio a Morbegno – Arte nel Chiostro – Evento artistico organizzato da Forme Luci Ombre; 8 Giugno – Auditorium di Sant'Antonio a Morbegno – Concerto Coro Città di Morbegno; 30 Giugno – Gran Premio Città di Morbegno – Gara ciclistica su strada per categoria Juniores; Luglio – Albaredo – Mostra Orobie in cartolina – Mostra collezionistica di cartoline delle Orobie dal passo San Marco al monte Legnone; Settembre - Oratorio Frassati di Regoledo – Cosio Valtellino – Mostra artistica legata ai comuni del mandamento di Morbegno – Gualtiero Cornaggia espone sculture lignee degli stemmi dei comuni, l'associazione propone altro materiale artistico e collezionistico legato al tema e da definire; 16 Novembre – Concerto Coro Città di Morbegno. ÈValtellina, con sede nel complesso di S.Antonio a Morbegno, ma attiva sul tutto il territorio provinciale, da anni è un punto di riferimento per la promozione della cultura e dello sport. “La novità principale di èValtellina a partire dal 2024 – spiega il Consigliere Segretario Luca Villa - è la divisione in due associazioni, una legata alla parte sportiva, l'altra a quella culturale. Questa scelta è stata obbligata dalle nuove normative nazionali in merito alle associazioni sportive dilettantistiche che di fatto non contemplano più nulla che non sia legato al mondo sportivo. ASD èValtellina (al suo interno è il Pedale Morbegnese) ha quale presidente Enrica Spini , vice Gianluigi Bonfanti , segretario Paolo Pedrazzi , consiglieri Maurizio Damiani , Lorenzo Del Barba e Luca Villa . APS èValtellina Cultura e Territorio, riunisce il Circolo Culturale Filatelico Numismatico Morbegnese, Laboratorio Poetico, Forme Luci e Ombre e Coro Città di Morbegno. Presidente è Lorenzo Del Barba , vice Francesca Viani , segretario Luca Villa , consiglieri Paola Mara De Maestri , Angelisa Fiorini , Gioele Peruzzi , Emilio Rovedatti , Paolo Pedrazzi e Maurizio Damiani ”. èValtellina segue, attraverso il bando Co Progettazione con il Comune di Morbegno, l'apertura degli spazi del Convento di Sant'Antonio, palazzo Malacrida, Museo Civico di Storia Naturale e Torchio di Cerido.

 

18-01-2024

 

A COSIO VALTELLINO "LETTERE E CARTOLINE DEI PRIGIONIERI ITALIANI NELLA SECONDA GUERRA MONDIALE" IN MOSTRA - In occasione della Giornata della Memoria, l'Associazione culturale èValtellina, in collaborazione con l'Amministrazione Comunale di Cosio Valtellino e A.N.P.I sezione Morbegno Bassa Valle, organizzano la mostra collezionistica dal titolo "1944, Ottant'anni fa Le scrissi", per stimolare riflessioni e mantenere vivo il ricordo di un periodo drammatico della nostra storia. - Questa mostra ci consente di dare memoria alla storia e ai valori della nostra comunità- spiega Anna Tonelli, assessore alla cultura e all'istruzione del Comune di Cosio Valtellino-. Si valorizzano e si portano alla conoscenza del pubblico la storia di una vita spezzata, i sentimenti patriottici, la preoccupazione per l'andamento del lavoro, della guerra e la lontananza dagli affetti perché la guerra non fu vissuta solo da chi si trovava al fronte ma anche dai genitori, dalle mogli o fidanzate che cercavano di convivere con le privazioni che la stessa imponeva e che vivevano con l'angoscia per non sapere il destino dei loro cari-. Le lettere ci raccontano la storia di un Paese e dei suoi protagonisti che aspettano con ansia il ritorno di un padre, di un figlio o fidanzato che è stato costretto ad arruolarsi. Sono pertanto documenti storici fondamentale che racchiudono le voci dei nostri uomini provenienti da classi sociali e realtà completamente diverse fra loro, ma che tutti insieme hanno fatto la storia d' Italia. L'inaugurazione è in calendario per il 25 gennaio, alle 20:30, presso l'oratorio Piergiorigio Frassati di Regoledo a Cosio Valtellino. L'esposizione rimarrà aperta al pubblico, in particolare l'invito è esteso alle scuole del territorio comunale e del circondario, fino a domenica 28 gennaio. Da giovedì 25 a sabato 27 gennaio in orario 9-12 e 14-16 e domenica 28 con orario 9-12. La collezione riguarda lettere e cartoline postali, della collezione privata di Luca Villa, scritte nel 1944 dai soldati italiani prigionieri durante la seconda guerra mondiale. Nel 1944 l'Italia si trovò ad avere soldati prigionieri sia dei tedeschi che dei nuovi alleati, inglesi, statunitensi, francesi e russi. Sarà possibile quindi leggere documenti inviati dai prigionieri detenuti nei campi di Germania, Austria, Polonia, Repubblica Ceca, Regno Unito, Algeria, Egitto, Kenya, Sudafrica, India, Stati Uniti e Canada. Non era una corrispondenza semplice con la madrepatria divisa in due dall'avanzata degli alleati da sud a nord dove erano presenti i tedeschi e la neo nata Repubblica Sociale Italiana. Il 1944 segna il crollo della Germania nazista, l'avanzata sovietica porta a uno spostamento di prigionieri presenti nei campi di prigionia a est verso il proprio paese. Dalla parte degli alleati si attenuano i controlli sugli italiani ora non più nemici ma impossibili da liberare non sapendo poi da che parte si sarebbero schierati, con loro o con la Repubblica Sociale Italiana? Le lettere, spedite alle fidanzate, alle mogli, alle mamme, ai papà, a fratelli, si allineano verso due temi importanti: salute e cibo. Sono fogli di carta o cartoncino, segnato dal tempo, con pieghe, tagli, tracce di umidità, dove le parole lasciano traccia del difficile periodo. - Ringrazio Don Romeo Scinetti e la parrocchia di Cosio Valtellino per gli spazi e l'assessorato alla cultura del comune di Cosio Valtellino per averci dato supporto nell'iniziativa – commenta Luca Villa, referente dell'evento – Attraverso documenti storici, possiamo sentire le parole di chi ha vissuto la guerra nei campi di prigionia. Poche di conforto per chi sta a casa e non vede da diverso tempo. – Tra i quadri si potranno leggere anche alcuni componimenti a tema della poetessa Paola Mara De Maestri, responsabile del Laboratorio Poetico di èValtellina.

 

08-01-2024

 

A TRAONA IL GIRO DEI PRESEPI E' IN CANTI E POESIE - Traona chiude le festività natalizie il 7 gennaio, con il tradizionale “Giro dei Presepi”, dislocati tra le vie del paese. Una camminata in compagnia, tra presepi realizzati da privati e associazioni locali, ognuno con una sua originalità, sia per il materiale utilizzato sia per la collocazione scelta. Ogni presepista che ha dato la sua adesione ci ha messo passione e spirito di iniziativa, mettendosi al servizio della comunità per testimoniare la fede e tramandare usi e costumi di un tempo. L'iniziativa che ha coinvolto una decina di presepi, messa in campo dalla Pro Loco ha riscosso nella fase conclusiva la partecipazione di un folto corteo di adulti e bambini, tra cui anche il sindaco Maurizio Papini e il vice sindaco Gianni Carnieletto, che muniti di una lanterna, hanno ripercorso le varie tappe, in una camminata durata un paio d'ore. La partenza è avvenuta verso le 13:30 dal Presepe di via Isolabella – La Breva alla Valletta, si è proseguito per Via Palotta a Cà di Puchin e contrada Poncia, in via del Santo, in Via Ponte di Ganda con il presepe per i bambini a cura della Via Ganda, Rompida, Moro e De Gaspari, poi sosta in due punti in via Vanoni (presepe delle famiglie in via vanoni 11 e quello “Cà de Cerin” presso i Vivai Giumelli), al Presepe della Contrada via Poiach, poi si è percorso via Roma fino a giungere in Piazza dei Caduti dove c'era quello messo a punto degli Amici della Piazza. Durante il tragitto, il Presidente della Pro Loco Giorgio Arietti ha ringraziato puntualmente tutti coloro che avevano realizzato il presepe, valorizzando ogni singola creazione artistica. “Ringrazio per la sentita partecipazione- -ha esordito Arietti-, grazie a tutti per la riuscita del pomeriggio. Grazie al laboratorio poetico èValtellina per averci accompagnato e al gruppo di appassionati del buon canto che ci consentono di trascorrere un pomeriggio veramente divertente. A presto per condividere con voi un 2024 ricco di eventi e intrattenimenti che muoveranno il nostro paese! Buon giro- Ad animare il percorso un coretto di appassionati che ha eseguito in ogni postazione un classico tratto dal repertorio natalizio e i poeti del Laboratorio Poetico di èValtellina, che hanno declamato alcuni dei componimenti messi a disposizione dei presepi. A rappresentare i poeti Luciana Marchetti, Lucia Mescia e la responsabile del gruppo Paola Mara De Maestri che ha commentato – “Ringrazio sentitamente la Pro Loco di Traona che anche questa edizione, come da alcuni anni a questa parte, ci ha accolti con entusiasmo consentendoci di esporre i nostri testi. Anche se non spero tutti abbiate avuto la possibilità, durante il periodo natalizio nel quale tutti i presepi erano visitabili, di leggere i testi poetici abbinati ai vari presepi. Le poesie sono spunti di riflessione per ognuno e oltre al tema strettamente legato alla Natività, i componimenti affrontavano anche un tema sempre molto attuale che è quello della pace”-. Dopo una pausa thè caldo, servito dai volontari della Pro Loco, tutti i presenti si sono incamminati verso la Chiesa di S.Alessandro, dove ad attenderli c'era Don Paolo Bettonagli per un momento di riflessione e di preghiera. Approfittando della presenza di un bel gruppo di bambini, il parroco ha spiegato il presepe posto sull'altare creato durante la Novena, composto da un'ottantina di sagome colorate dai piccoli, con al centro Gesù Bambino.